Blog idee e opinioni

Notte prima degli esami

Come ogni anno, arrivati a questo momento, inizia a salire la febbre MATURITA’ , mancano pochi giorni infatti alla priva prova, fissata per il 22 giugno, che dà l’inizio alla maturità 2010.

Sale l’ansia degli studenti che alla ricerca dell’agognata sufficienza, si lanciano nei frenetici recuperi in “zona cesarini” rimproverandosi come al solito di non averci pensato prima…..Naturalmente i ragazzi della maturità sono per ora accompagnati dai loro compagni delle altri classi ad un recupero dell’ultimo giorno per evitare un debito o addirittura una secca bocciatura (intesa però dai nostri ragazzi non come un fallimento dell’anno che passa ma di una prossima rottura di PALLE da parte dei propri genitori)

Quest’anno però i ragazzi si sono dovuti scontrare con la nuova normativa che invita obbligatoriamente tutti gli studenti, per essere ammessi agli esami di maturità, a raggiungere la sufficienza a tutte le materie e che non basta più la media totale del sei. Un duro ostacolo che tutti i ragazzi devono superare e soprattutto l’obbligo di confrontarsi con quei professori antipatici che ognuno di noi ha cercato di snobbarli.

Mentre i nostri ragazzi si preparano a notti di fuoco e al recupero delle materie, da tutte le parti spuntano consigli semiseri su come affrontare il temuto esame (e mi fanno pure ridere)

Prima ancora di consigli sullo studio si elargiscono consigli su come accaparrarsi “alte” raccomandazioni: quelli dei Santi….. in particolare disturbiamo SS. Crocifisso, Santa Rosalia, la Madonna, San Giuseppe, Gesù bambino ma anche tutti i nostri cari defunti che in quanto li andiamo a trovare spesso al cimitero, ci permettiamo di convocarli per la risoluzione di tutte le prove d’esami……

Poi ci sono i veri e propri riti scaramantici, dai portafortuna fino alle usanze particolari.

Numerosissime quindi le armi e le tecniche pre-confezionate a disposizione dei maturandi, ma credo che in questo mare di informazioni e dritte, i ragazzi si sono dimenticati che l’unica cosa da fare veramente è STUDIARE o almeno leggere gli argomenti da trattare. Unica cosa seria e dovuta ma che viene sempre esclusa dai ragazzi, come se lo studio non facesse parte della maturità…….lì nasce il problema!!!!

La maturità scolastica dovrebbe riguardare l’aspetto cognitivo ma soprattutto l’impegno scolastico durante, non solo l’ultimo anno ma che comprede tutto l’iter scolastico, e che ogni ragazzo viene valutato anche nella propria personalità, anche se credo che per dare un giudizio sulla persona, dovrebbero essere presi in considerazione anche altri fattori come i contesti di vita personali e i modelli sociali che i sistemi culturali forniscono ai nostri giovani

La Maturità dovrebbe rappresentare proprio questi passaggi e non un rito che sembra più una prova burocratica.

In internet si trovano i nomi dei 40.000 commissari esterni e dei 14.000 presidenti, 7.000 traduzioni di brani di greco e di latino e migliaia di temi svolti insomma una serie di soluzioni per affrontare in maniera semplice e veloce l’esame ma che non risolvono il senso di ansia e paura dei ragazzi.

Noi abbiamo l’obbligo di intervenire , cercando di dare il nostro contributo, stando loro vicini, con considerazione ed affetto. Dovremmo suggerire che, per non disperdere lo studio delle materie scolastiche, è bene imparare a rimanere concentrati su se stessi, sulle materie e sugli argomenti piuttosto che sulla commissione di turno o dei professori esterni.

Concentrarsi sulle proprie forze, sui propri pensieri e sul proprio metodo di studio, significherebbe già maturità. Volontà, trasformazione e gestione della propria vita…… è vero che potrebbe sembrare tutto questo non gestibile per i giovani ma che significherebbe un primo contatto con l’autonomia tanta agognata dai ragazzi……… due parole di incoraggiamento?

Forza ragazzi, non cercate scorciatoie, preparatevi alla vostra vita perché domani prossimo, il mondo sarà tutto vostro, senza scritti né orale…per diritto naturale….

In bocca al lupo a tutti!


Notte prima degli esami ultima modifica: 2010-06-06T07:55:55+00:00 da Salvo Bono
Altri contenuti riguardanti: