News Fatti e protagonisti

La scelta dell’abito bianco

Potremmo stare qui ad affrontare tutte le regole dettate dalla moda rispettando le proporzioni del proprio fisico, ma questo lo avrete certamente già letto da qualche parte, io voglio presentarvi e aprirvi “alla scelta del cuore” con due piccoli trucchetti.
Uno. Cercate il vostro abito con le persone che vi amano: la settimana scorsa in studio ho ricevuto Rosi con ben sette, e dico sette, damigelle tutte le amiche giovani e positive, rispettose delle scelte della sposa e pronte a gioire con lei. Hanno reso speciale quel momento, lasciando a casa la petulanza. Alla fine ho sentito un “boato” di gioia per la scelta fatta. Oppure la mamma di Germana che nella confusione più totale della sposa era li pronta a sostenere la figlia con la dolcezza che solo le mamme sanno regalare.
Consiglio numero due. Non createvi nessun pregiudizio, non escludete nulla, quando arrivate in atelier, lasciatevi consigliare dalle professioniste, chiedete di provare quanti più modelli potete, e non solo quello che pensate possa nascondere i vostri difetti. Se potete divertitevi. E se qualche modello vi fa sembrare un po’ buffa, fatevi una bella risata.

Dopo tanti anni in questo settore ormai mi capita d’indovinare che tipo di abito sceglierà la futura sposa. Scambiando un po’ di chiacchiere o anche solo guardando la struttura fisica di una donna, dico sempre che “non sei tu che trovi il tuo abito ma è l’abito che trova te” e quando succede ti regala quell’emozione che ti colpisce e ti rapisce.
L’abito da sposa è il fulcro, il simbolo del vostro matrimonio. Voi sarete splendide se lascerete il vostro cuore a scegliere per voi.

Qualora lo desideriate io sono a vostra disposizione per qualsiasi chiarimento o consiglio.

Alla prossima, Tiziana


La scelta dell’abito bianco ultima modifica: 2013-11-28T20:25:11+00:00 da Tiziana Buffa
Altri contenuti riguardanti: ,