News Fatti e protagonisti

Elezioni e satira, ecco gli sfottò al tempo del Web

La campagna elettorale per le Amministrative del 29 novembre si sta svolgendo molto in Rete. Oltre alle tradizionali forme di propaganda, cioè i comizi, le visite porta a porta, le cene e le manciate, la ricerca di consensi passa attraverso Internet e i social network.

Da una parte ci sono candidati e rispettivi entourage che pubblicano su Facebook e Youtube informazioni, foto e video con l’intento di persuadere gli elettori, dall’altra avversari o semplici schiffarati che si dilettano a condire con un filo di sana ironia queste seriose giornate di novembre, prendendo di mira i protagonisti della corsa a Palazzo Merra e ai banchi dell’aula consiliare.

E se all’inizio della campagna elettorale sulle bacheche di Facebook o sui messaggi Whatsapp si leggevano i versi di una poesia politicamente corretta – Stasira mi tagghiai i cappiddi e ci rissi o varbieri: Tagghiami sta “Testa ri lana” e fammi “Biondo”, e iddu mi rissi : Mettiti un “Coppolino” picchi’ si viri u “Biondo”. E io ci rissi: Tale’ , rasami a zero, tanto poi a lana “Crisci”  – da alcuni giorni proliferano immagini e testi dissacranti, detti nel gergo web internet meme, i cui protagonisti sono proprio i partecipanti alle elezioni per il sindaco e il Consiglio comunale di Montelepre.

Ecco qualche esempio:


Elezioni e satira, ecco gli sfottò al tempo del Web ultima modifica: 2015-11-25T16:42:19+00:00 da Giacomo Maniaci
Altri contenuti riguardanti: , ,