News Fatti e protagonisti

A piedi da Aosta a Palermo passando per Montelepre, il viaggio di Alessandro Belliere

Alessandr BellièreSi chiama Alessandro Belliere ed è un invidiabile 83enne bolognese, prossimo a concludere un’impresa piuttosto insolita per un “giovanotto” della sua età: attraversare l’Italia da Nord a Sud rigorosamente a piedi.

Oggi ha raggiunto Montelepre e terminato la penultima tappa del suo viaggio con una breve sosta e la visita del paese. Domani, nel giorno del suo 83esimo compleanno, toccherà Palermo e festeggerà la fine dell’impresa.

Perché di questo si tratta: un’impresa. Percorrere in solitaria 6.013 km, la distanza fra Aosta e Palermo, muovendosi esclusivamente a piedi. Un viaggio iniziato sette mesi fa che lo ha portato a camminare per circa 31 km al giorno; 190 tappe attraverso 20 regioni d’Italia visitando 110 città e le varie province con soli 16 giorni di sosta per i grandi spostamenti da una regione all’altra.

«Nella mia vita  – racconta – ho intrapreso diversi percorsi, dal subacqueo dove ho fotografati i fondali marini e gli squali, al lancio del peso; sono stato anche uno tra i primi 50 paracadusti. Un giorno mi hanno proposto di fare il cammino di Santiago, ma rifiutai: volevo compiere qualcosa di personale ed unico. Nella mia prima sfida volevo festeggiare i miei 80 anni, compiendo un’impresa unica: partendo dal comune più a Nord in Austria a quello più a sud in Sicilia.  Una sfida lunga e dura, che oggi mi ha portato a concludere la terza ed ultima, da Aosta a Palermo,  durata 7 mesi, che non credevo potesse protrarsi oltre i 6000 km.  La tappa più lunga che ho percorso è stata Pisa-Lucca di 40 km circa e quella più corta Milano-Monza 14,5 km.  

Durante questo percorso – ricorda Belliere – ho avuto il privilegio di incontrare tanti giovani adolescenti a cui dico sempre di praticare uno sport e porsi un obiettivo, così da non incombere in vizi comuni quali: alcool, droga e fumo. Ho parlato anche ai diversamente abili, un’esperienza tra le tante ricca di emozioni e che mi piace raccontare: sono persone che sprono sempre a lottare e a non arrendersi mai, dico sempre di provare a compiere piccoli tratti e non arrendersi mai alla malattia. Ho aiutato una donna a camminare con il bastone,  incitandola sono riuscito a farla camminare per pochi metri da sola senza aiuto alcuno: questo è ciò che mi ha dato la carica in alcuni momenti di sconforto. 

Prima di partire il 4 marzo ho accompagnato il sindaco bolognese a Roma, compiendo 416 km in 12 giorni, con tappa media di 36 km.

Così sono arrivato alla fine del mio percorso. Sono soddisfatto di quest’esperienza, domani sarò accolto a Villa Niscemi dal sindaco di Palermo, dove festeggerò la conclusione e anche il mio 83esimo compleanno.  Ho incontrato diverse culture e toccato da vicino i loro usi e costumi; mi riprometto di ritornare in ogni luogo visto, questa volta in macchina, e di soggiornare per più tempo. Montelepre la ricorderò sia per il suo dolce tipico che, come un buon bolognese, per la casa del presidente del bologna, Joe Saputo».

Alessandro Belliere, nel suo breve soggiorno monteleprino, è stato accolto in municipio dal sindaco Maria Rita Crisci e dalla giunta comunale, e accompagnato in giro per il paese a visitare la Torre Ventimiglia e la casa-museo di Salvatore Giuliano.


A piedi da Aosta a Palermo passando per Montelepre, il viaggio di Alessandro Belliere ultima modifica: 2016-10-23T22:18:03+00:00 da Gloria Migliore