Blog idee e opinioni

Natalismo becero

Possiamo accollare a mio compare Arasimo tutti i difetti del mondo, a partire dal fatto che a briscola in 5 non capisce mai chi è il compagno, fino a quello più grave che gli piacciono i programmi di Barbara D’Urso che parlano sempre di tragedie e miserabilità. Ma una cosa che non possiamo assolutamente addebitargli è quella di non amare il nostro paese. Arasimo è profondamente innamorato di Montelepre tant’è che approfittando del referendum e del Natale ha lasciato il volontario esilio portoghese ed è tornato a passeggiare per le strade del paese.

Ha verificato di persona personalmente come la circolazione urbana sia diventata fluida e scorrevole grazie al nuovo Piano del Traffico dell’Amministrazione. Un’idea così geniale che non c’è stato nemmeno bisogno di convocare il Consiglio Comunale per sentire le eventuali proposte dei ragazzi della minoranza ormai totalmente posseduti dal populismo becero e dalla vecchia politica. Com’è bello vedere, specie all’uscita della scuola, la via Vittorio Veneto fino alla via Guarino così libera e scorrevole con tante mamme che festose e rilassate che la percorrono senza il minimo ingorgo!! Tutto è cambiato! Era ora! Finalmente Piazza Flora e dintorni senza più una macchine in doppia fila ed il Corso e Piazza Ventimiglia promosse Zona Pedonale dove potere passeggiare e godersi le belle serate monteleprine ad ammirare la Torre Ventimiglia illuminata.

Ma siccome mio compare è un tipo appricusu, trova sempre il pelo nell’uovo.

Dice che la sera a Montelepre non c’è più nessuno, che la gente se ne va tutta fuori paese perchè da noi non sembra Natale, che l’Amministrazione non ha organizzato un tubo, che fino ad oggi nemmeno sono state accese le luci di Natale; che gli avevano detto che si doveva fare il Presepe Vivente e invece a Giardinello l’hanno fatto e a Montelepre no! E per lui questa è una tagliatina di faccia!! Dice che non serve a niente tenere il traffico chiuso se poi in tutto il Corso la sera ci sono 15 persone! Dice che Montelepre sta diventando un paese triste e depresso, dice che perfino a Partinico sembra Natale. Dice che a Trappeto stanno facendo cose favolose compresi i mercatini di Natale, dice a Castellammare non si può camminare tanta è la confusione. Insomma in tutta la Sicilia il Natale è ricco e partecipato mentre a Montelepre di partecipato c’è solo il bilancio dedicato ai parenti ra zita.

Gli stessi congiunti della fidanzata sono stati partecipi ad applaudire per la relazione annuale del sindaco che avrebbe fatto un bel gesto se prima la avesse anticipata ai consiglieri comunali come previsto dalla legge. Insomma da quando Arasimo si è convertito al grillismo a 5 stelle è diventato veramente appricusu.

Tuttavia, l’altra sera mentre stavamo gustando i cucciddata da sua cugina Carmelina, la sua anima buona esce fuori inaspettata e comincia ad elogiare il Presidente del Consiglio comunale che ha invitato tutti a cambiare i Toni (da indiscrezioni sembra che abbia destinato una parte della sua indennità per organizzare un pranzo pacificatore tra Minoranza e Maggioranza), continua tessendo le lodi della Sindaca che sta cercando faticosamente di rimettere in sesto il Comune e molto presto si scuserà con i consiglieri di minoranza invitandoli ad uno spettacolo natalizio con Toni diversi ( ospiti Little Tony, Tony Sperandeo, Brigan Tony e la partecipazione straordinaria di Tony Dallara).

Superato il problema dei Toni resterebbe solo il “Becero Populismo” che sto cercando da diversi giorni di spiegare ad Arasimo il quale ha comprato uno Zanichelli di seconda mano per capire meglio. Mentre guarda con nostalgia la Torre, che tutti vogliamo ma che non diventa mai nostra, seduto nella Piazza Pedonale Deserta, declama con Toni enfatici i suoi auguri di Natale: Auguri alla Sindaca con la speranza che porti il nostro paese sempre avanti senza dimenticare che il destino di Montelepre non appartiene a questa o a quella parte ma a tutti e che i cittadini devono essere coinvolti veramente nella vita socio-amministrativa anche se la pensano diversamente, senza scadere in squallide classificazioni . Auguri al Presidente del Consiglio che non deve mai dimenticare che il suo ruolo è quello di arbitro imparziale e di garanzia . Auguri alla Giunta e al Consiglio ricordando che i cittadini hanno dato loro compiti diversi e tutti rispettabili. Auguri a tutti i cittadini con l’auspicio che Montelepre, forte della sua storia, cresca e si sviluppi nella concordia e nella collaborazione fra cittadini perché i nostri giovani devono sempre sentirsi orgogliosi di essere “munciulibbrisi”!


Natalismo becero ultima modifica: 2016-12-16T20:12:49+00:00 da Nino Plano