News Fatti e protagonisti

Tradizioni culinarie di Montelepre ieri alla Torre Ventimiglia

Si è svolto ieri pomeriggio presso la Torre Ventimiglia il seminario “Tradizioni: generazioni a confronto” a cura dell’associazione Volta la carta in collaborazione con ATMA.

Il prodotto tradizionale al centro dell’incontro è stato la sfincia di prescia. Ai partecipanti sono state illustrate tutte le fasi di preparazione: dall’impasto alla creazione delle forme, dalla frittura al completamento prima di essere servite.

“La sfincia emerge per la sua semplicità – ha ricordato Daniela Chiaramonte, socio Atma – inizialmente l’impasto era preparato con ingredienti poveri e facilmente reperibili quali acqua e farina. In un secondo momento  vennero introdotti dolcificanti come miele e  zucchero ma l’aroma di cannella.

Oggi il tipico dolce natalizio monteleprino viene preparato con latte, acqua,farina e uova; dopo la frittura, dolcificata con zucchero e cannella oppure con una colata di miele. L’impasto va lavorato delicatamente e lo spessore delle sfince non deve esser troppo sottile per  non rischiare di farle bruciare.

Un rito che viene ripetuto puntualmente in queste settimane di festa in tante case del paese, ma che trova da anni un momento di massima esaltazione nel giorno dell’Epifania con la Sagra della sfincia; iniziativa istituita 16 anni fa con l’obiettivo di diffondere il dolce tipico alle nuove generazioni.

È stato questo lo scopo del seminario organizzato ieri:  scoprire e non perdere le tradizioni del proprio territorio, come sottolineato dalla presidente dell’associazione Volta la Carta Libera Pizzurro.

L’incontro ha rappresentato un’anticipazione della Sagra della Sfincia, in programma il prossimo 6 gennaio.


Tradizioni culinarie di Montelepre ieri alla Torre Ventimiglia ultima modifica: 2016-12-28T07:00:24+00:00 da Gloria Migliore
Altri contenuti riguardanti: , , ,