Video

Accertamenti IMU e piano traffico, ecco i contenuti del Consiglio Comunale di ieri (VIDEO)



Accertamenti IMU e piano traffico, ecco i contenuti del Consiglio Comunale di ieri (VIDEO) ultima modifica: 2017-02-08T13:11:42+00:00 da Redazione
Altri contenuti riguardanti: ,
  • renato Brignoli

    LA RISCOSSIONE DEI TRIBUTI A MONTELEPRE.
    UN PROBLEMA NEL PROBLEMA

    Sono numerose le imprecazioni,da parte dei cittadini, contro l’amministrazione Comunale della Sindaca Crisci. Le cartelle di accertamento dei tributi( cartelle non amiche) inviate dal Comune hanno creato disagio e preoccupazione tra i Monteleprini.

    La capacità di riscossione dei tributi, da parte del Comune, è appena sufficiente per l’ordinario. Ci sono abitazioni, garage, seconde case e utenze idriche che risultano sconosciute al fisco. L’amministrazione Comunale ha deciso di scovarle e tassare. Per perseguire questo obiettivo ha usato un metodo, un criterio di efficienza ed economicità (incrocio dei dati), che giorno dopo giorno è diventato tutta un’altra cosa: un PATATRAC , un problema nel problema. Per cercare di uscire dalle irregolarità che si sono venute a creare, l’amministrazione Comunale s’appella alla collaborazione e senso civico dei monteleprini.

    Il fatto è che mantenere il Comune costa parecchio , tra spese di funzionamento, personale,indennità di carica, gettoni e consulenze, ect. Sarebbe interessante una lettura dei numeri del costo del Comune in rapporto agli abitanti. Ma lasciamo perdere ! Quello che i Monteleprini non capiscono è il perché debba costare sempre di più il mantenimento della “Casa Comunale”. Comunque sia i soldi servono ed è giusto che l’amministrazione Comunale allarghi , il più possibile, la platea dei contribuenti , andando a scovare i “furbetti” che sono una cosa diversa da quelli che non pagano perché non c’è la fanno a pagare.

    La logica del “ragioniere” avvolte non basta per amministrare, specialmente in un periodo in cui Montelepre si svuota e invecchia. È un paese dove si va via. Non è più un approdo sicuro. Tanti giovani ogni anno abbandonano il paese, dove aumentano le difficoltà economiche e i bassi salari. Il paese è sempre più pieno di quarantenni che hanno perso ogni speranza di un lavoro stabile e sicuro. Tante case sono vuote, decadenti, non completate e in vendita. La gente che rimane è sempre più anziana e con la pensione si devono fare tante cose.

    Il denaro nel nostro paese non circola più come una volta.

    In tutta questa situazione non mancano i paradossi fiscali come quella delle vecchie case non abitate e malmesse del centro urbano del paese. Case che sono numerose e che risultano, al catasto, come seconde case. Queste vecchie case in quest’ultimi anni hanno subito un aumento di tassazione superiore al 250% tra TASI e TARI. Un patrimonio immobiliare di lusso, anche se di lusso non è, diventato indispensabile per il mantenimento del Comune.