News Fatti e protagonisti

Torna il carnevale monteleprino, domenica si celebra “U Matrimoniu”

u matrimoniuSi sa il Carnevale è una festa all’insegna del colore, dell’allegria e Montelepre, seppur sembra apparentemente un paese inanimato e avvolto dal silenzio, si sta preparando al meglio per questa festa, tra serate danzanti private e un mega ricevimento pubblico per festeggiare il famigerato “si” dei futuri sposi.

Domenica 26 febbraio i monteleprini, le associazioni e il Comune daranno vita alla 9^ edizione de “U matrimoniu”. Lo stravagante evento avrà inizio alle ore 15.00 con appuntamento presso Piazza della Vittoria, da dove partirà un corteo che sfilerà per le vie principali del Paese, per giungere poi al luogo “dell’altare” sito a Piazzale Portella della Ginestra, per celebrare le nozze di questi due giovani promessi sposi. Seguirà una festa sino a sera all’insegna del buon divertimento.

Lo sapevi che…

I festeggiamenti nel periodo del Carnevale hanno origini molto radicate, si pensi, infatti, alle feste religiose pagane, in cui si faceva uso delle maschere per allontanare gli spiriti maligni.  Con il Cristianesimo questi riti persero il carattere magico e rituale e rimasero semplicemente come forme di divertimento popolare.
Durante il Medioevo e il Rinascimento i festeggiamenti in occasione del Carnevale furono introdotti anche nelle corti europee ed assunsero forme più eleganti, legate anche al teatro, alla danza e alla musica.

Le prime notizie storiche sul Carnevale siciliano risalgono al 1600 e riguardano proprio la città di Palermo. Un detto antico palermitano dice: “Doppu li tri Re, tutti olè” a significare che dopo la Festa dell’Epifania viene la festa del divertimento, ossia il Carnevale.

A Montelepre,invece, il Carnevale comincia intorno XIX sec,  quando dal primo giovedì,per le strade del paese si era soliti incontrare  molti “mascarati”. Ma Il carnevale non era soltanto una festa privata, data la sua origine tra le festività pagane, essa nasceva per esorcizzare gli spiriti invernali e necessitava di manifestazioni pubbliche. Da qui la presenza de “u nannu”, esposto e poi bruciato, e le sfilate per le vie del paese. Dal 1984 per la prima volta si penso e si cercò  di dare un’organizzazione al disorganizzato Carnevale, distinguendosi dai paesi limitrofi: nasce così la tradizione de “U matrimoniu”, ripresa poi nel 2008.


Torna il carnevale monteleprino, domenica si celebra “U Matrimoniu” ultima modifica: 2017-02-24T09:49:10+00:00 da Gloria Migliore
Altri contenuti riguardanti: ,