News Fatti e protagonisti

Arasimo in love

Torre Ventimiglia

-Ci voli ‘na dilibera, o di cunsigghiu o di giunta, ma ci voli na dilibera!!!

Con queste testuali parole mio compare Arasimo mi ha svegliato nel cuore della notte di martedì scorso con una telefonata alle 3 e 5 in punto. Non vi dico lo spavento, perché a quell’ora se si riceve una telefonata è sicuramente per motivi gravi; sentire Arasimo che mi parla di una delibera alle tre di notte mi ha fatto pensare che si trovasse in stato confusionale irreversibile. Ho pensato che il poveretto fosse vittima dei primi sintomi di demenza senile e che dovevo subito calmarlo.

-Chi dici, cumpà? Delibera….ma chi ci trasi a st’orario la delibera?
-Cumpà, è per il pobbrema della Turri!!! Truvai la soluzioni!!!

Ora ditemi voi se è normale che un povero cristiano, che si deve alzare la mattina alle sei, deve essere svegliato nel cuore della notte, prendersi uno scanto terribile e sentire parlare di Torre e di delibera. Ho cercato farlo ragionare ma sembrava posseduto da strane entità e, come se non bastasse, dice che fra 10 minuti mi viene a trovare che deve raccontarmi tutto! A questo punto mi rassegno, mi alzo e lo aspetto. E macari metto la cafittiera ‘ncapu. Tanto ormai la dormita è persa. Dopo 8 minuti e mezzo sento suonare il campanello senza fili che ho comprato dai marocchini che non ha mai funzionato e che solo Arasimo riesce a fare squillare. Apro la porta e me lo vedo davanti in pigiama con una sciallina di lana sulle spalle e un pastrano sulle spalle.

-Mizzica ru friddu cumpà! Stanotti carinu aceddi morti! Comunque… attruvai la soluzione per risolvere la camurria della Torre Ventimiglia.

In effetti mio compare era rimasto molto turbato nel sentire che il Comune ha pagato una sacco di soldi per risarcire i proprietari della Torre che hanno vinto la causa e che , nonostante tutto, sembra che restino padroni della stessa. Una vera beffa! E che significa che ci vuole una delibera?

-Caro Compare, voglio significare che se ci andiamo con le carte bollate il Comune non avrà mai la Torre, perché quelli troveranno sempre un cavillo dove attaccarisi….e allora mi sono sfirniciato diverse notti e diversi giorni e mentre mi guardavo un film d’amore con Amedeo Nazzari, mi è venuta la pinsata! Come diceva il cavaliere, l’amore vince sempre sull’odio, e allora ci dobbiamo andare con l’amore!

Capirete il mio sconforto nel vedere mio compare in preda a quei deliri notturni. Per solidarietà e rispetto lo feci continuare per farlo sfogare e magari vederlo rientrare in sé.

-Cumpà, è vero che la proprietaria della Torre è di una schetta ranni? Mi pare di sì, risposi rassegnato.
E quindi se io arriniesciu a farla innamorare di me, mi ci fazzu zito e me la marito non addiventerei pure io padruni della Torre? E quindi la potrebbi convincere a fare questo atto di generosità e regalarla alla città di Montelepre? Una donna innamorata può fare tutto!! E comunque una volta che me la marito, 100 anni di salute chi avi, resterei unico erede visto che figli non ce ne sono! E quindi o dalla porta o dalla finestra la Torre ritorna ai suoi unici e veri proprietari: i monteleprini!! Cumpà, non è una bella pinsata?

-E che c’entra la delibera? Domandai smarrito.

-In primisi, perché si deve ufficializzare che il sottoscritto sta travagghiando per un fine sociale e su incarico dell’Amministrazione…macari qualcuno poi pensa che lo faccio per interesse personale . In secundis perché io campo con la pinsioni sociali : come posso affrontare tutte le spese della missione? Viaggi a Palermo, regali alla vecchia, vistiti nuovi, biglietti per il teatro….come la devo conquistare? Macari me la porto in gita ai Suvarelli? Chista è dura!! Dice che non può vedere i monteleprini!! Infatti, essendo in missione secreta autorizzata dalla Sindaca in persona, io dirò che sono un ricco possidente di Grisì….così non se la squara!!! Quindi con la dilibera mi metto a posto..e se la Giunta non la vuole fare, chiedo ai cittadini di proporla con il Bilancio Pattecipato!! Se mi danno questo ‘ncarrico ti giuro che la Torre ce la ripigghiamo!! Piuttosto ci dobbiamo appattare con qualche parente della vecchia per farcela presentare! E tu caro compare cerca di aiutarmi; anche se capisco che sarà difficili convincere questa amministrazione che,anche con qualche piccola farfanteria, l’amore vincerà sempre sull’odio e la Torre ce la arripigghiamo!! Eventuale se gli amministratori non ti ascortano perché sono troppo impegnati a organizzare la manifestazione del 1° maggio per ricordare a tutto il mondo la strage di Portella, fatti aiutare dai tuoi amici di Fessbuc e arrricogghi le firme e le porti al consigghio comunale. Macari loro ci aiutano! Anche se per ora si stanno allattariando per cambiare il presidente che quello che c’è non è più bono!!

Erano le 5 meno venti e mi sono addormentato mentre Arasimo, dopo che gli avevo fatto il caffè, stava fumando la sua Alfa senza filtro. Chissà perché mi venne in sogno Pirandello e il suo Rosario Chiarchiaro.


Arasimo in love ultima modifica: 2017-03-18T08:24:57+00:00 da Nino Plano