News Fatti e protagonisti

Inaugurato il Centro giovanile Maria e Giuseppe Saputo (FOTO)

L’ex istituto Don Bosco da ieri è ufficialmente il centro di aggregazione giovanile di Montelepre e sede della scuola di musica Maria e Giuseppe Saputo e delle attività dell’associazione Amadeus. Ieri mattina la cerimonia di inaugurazione alla presenza, tra gli altri, di Lino Saluto e della moglie Mirella, che ha finanziato l’acquisto e la ristrutturazione dei locali.

L’atto notarile del passaggio è stato firmato lo scorso 14 giugno a Palermo; grazie alla donazione di scopo dei coniugi italo-canadesi Saputo fatta alle suore dell’ordine religioso Figlie della Misericordia e della Croce, l’ex collegio diventa, grazie alla loro donazione, patrimonio della comunità monteleprina.

Un progetto, quello realizzato, per dare un posto salubre ai bambini per lo svolgimento delle lezioni di musica. Lezioni che diventano anche un’occasione per stare insieme, per condividere gioie e passioni; momenti che si trasformano in vere e proprie lezioni di vita. Un luogo, il Don Bosco, che è già di per se ricco di storie e di significati: la stessa figura di Don Bosco ricorda l’armonia e lo spirito di unione che questo padre cercava di costruire togliendo i giovani dalla strada.

“Un centro che ha come obiettivo quello di unire e trasmettere cultura, dare un segno profondo ai più piccoli”, così la sindaca si è espressa nel suo discorso iniziale.

“Oggi è stata scritta una nuova pagina per l’associazione Amadeus – ha detto la presidente dell’associazione, Maria Bono – . Un nuovo punto da cui partire per mandare avanti la passione per la musica che da sempre ha caratterizzato Montelepre e che da sempre è insita nel cuore dei benefattori Saputo.  Questo è l’obiettivo che noi tutti vogliamo  portare avanti”.

“Sono commosso ed emozionato – comincia così il suo discorso il concittadino Lino Saputo – per l’apertura di questa grande scuola di musica dedicata a Maria  e Giuseppe Saputo. Il progetto della scuola  è partito da una semplice lettera giunta direttamente sulla mia scrivania, 5 anni fa, una lettera che conteneva un immenso progetto. Ho pensato subito che era una buona iniziativa, specie perchè era rivolto a tutta la cittadina, quindi non ho esitato ad accettare. Durante una mia visita per la festa del SS. Crocifisso ho avuto modo di confrontarmi con alcuni soci Amadeus e ho capito quanto per loro fosse un problema l’assenza di una sede fissa. Così ho delegato l’architetto Giacomo Pizzurro per mediare sull’acquisto del colleggio Don Bosco e anche per rimetterla a nuovo. A lui i miei migliori ringraziamenti. Oggi possiamo dire Mission accomplished! Ma la missione non finisce qui, questo era solo il primo passo, il più semplice, bisogna adesso mantenere attivo questo spirito e portare avanti uniti  questo grande progetto. Sono immensamente orgoglioso per tutto ciò che è  stato realizzato”.

Non sono mancati i ringraziamenti a chi ha collaborato agli allestimenti finali, a chi ha messo volontà e passione per portare al termine in tempo i lavori. Un gruppo abbastanza coeso che si è prodigato volontariamente per contribuire anche alla pulizia dopo i lavori edili.

Ad allietare questa giornata, l’esibizione dei ragazzi della scuola di musica Maria e Giuseppe Saputo.

Infine, la Sindaca ha omaggiato al concittadino le copie dei documenti di nascita sue e della famiglia Saputo e il certificato di matrimonio.


Inaugurato il Centro giovanile Maria e Giuseppe Saputo (FOTO) ultima modifica: 2017-07-02T13:57:31+00:00 da Gloria Migliore
Altri contenuti riguardanti: , ,