News Fatti e protagonisti

Conti deposito: cosa sono e come funzionano

salvadanaio soldi moneteI conti deposito sono classificati come strumenti d’investimento estremamente sicuri ed affidabili che permettono ai consumatori di trarre interessi vantaggiosi sulle somme depositate. Questi conti possono essere liberi o vincolati, per un determinato periodo di tempo stabilito con l’istituto di credito, da un minimo di 1 mese fino ad un massimo di 5 anni. A seconda della durata del vincolo varia la percentuale d’interesse che si matura, alla naturale scadenza, sui risparmi depositati.

Il conto deposito libero permette di maturare gli interessi mensilmente e di prelevare il capitale investito in qualsiasi momento, mentre quello vincolato riconosce alla fine del vincolo sia il capitale bloccato che gli interessi maturati. Alcuni istituti bancari danno la possibilità di svincolare il capitale depositato in qualsiasi momento con il pagamento di una penale e il mancato riconoscimento degli interessi. Sicuramente un conto deposito vincolato offre maggiori interessi rispetto a un conto libero, riconoscendo il massimo rendimento su vincoli di 60 mesi.

Il conto deposito, come si legge nella sezione di Qualeconviene.it sui conti deposito, si distingue dal classico conto corrente per la sua operatività, infatti a differenza del conto corrente tradizionale quello di deposito non permette di effettuare le comuni operazioni come l’accredito dello stipendio, il pagamento delle utenze, bonifici, assegni, pagamento delle tasse e tanto altro. Il principale vantaggio del conto deposito riguarda proprio i tassi d’interesse, maggiori dell’1% e in alcuni casi anche del 2%, che nei classici conti correnti sono nulli.

Molti istituti di credito propongono conti deposito a costo zero, prendendosi carico anche dell’imposta di bollo annuale obbligatoria, pari al 2 per mille dell’importo depositato. Il fondo interbancario rende i conti deposito ancora più convenienti garantendo l’importo depositato fino ad un massimo di 100 mila euro. Per le sue caratteristiche questa soluzione è considerata una delle forme d’investimento più sicure in quanto il capitale è garantito e il tasso d’interesse riconosciuto sulla somma vincolata viene reso noto in anticipo al consumatore.

Prima di aprire un conto deposito è importante conoscere tutte le condizioni contrattuali per verificare se il conto è realmente a zero spese o se ci sono costi aggiuntivi a carico del cliente. Tra le condizioni contrattuali più importanti da considerare per valutare il conto deposito più vantaggioso ci sono il tasso d’interesse lordo annuo riconosciuto sulle somme depositate, la modalità di calcolo degli interessi, le modalità di capitalizzazione degli interessi, le spese previste per l’invio del materiale cartaceo, per la gestione del conto e per una sua eventuale chiusura, la possibilità di svincolare le somme depositate con la formula di vincolo e le sue condizioni economiche, informazioni sul pagamento dell’imposta di bollo, la valuta di accredito dei diversi tipi di versamenti ed altro.

L’apertura di un conto deposito è un’operazione semplice e veloce che non richiede particolari controlli da parte della banca oltre a quelli sull’identità personale. Tra i documenti richiesti ci sono un documento di riconoscimento valido e il codice fiscale, oggi sostituito dal tesserino sanitario. Inoltre molte banche condizionano l’apertura di un conto deposito a quella di un conto corrente tradizionale per agevolare il trasferimento della somma che si desidera vincolare e poter svolgere tutte le comuni operazioni dal conto primario. In questo caso il conto deposito viene definito conto d’appoggio e viene proposto per incentivare i risparmi. Nel caso dei conti d’appoggio la maggioranza degli istituti bancari permettono di eseguire una procedura on line per semplificare le richieste e non obbligare il cliente a recarsi presso l’istituto di credito con cui è in corso il rapporto. Con l’entrata in vigore del decreto legge n.231 del 2007, riguardante il riciclaggio di denaro, anche per i conti deposito è indispensabile seguire una procedura d’identificazione on line o allo sportello.

I conti deposito sono ideali soprattutto per i piccoli risparmiatori che non vogliono correre il rischio di investire in borsa i propri risparmi ma che desiderano farli fruttare con una sicurezza del 100%. Per conoscere il tasso effettivo di rendimento sui depositi è possibile utilizzare appositi compratori on line che confrontano gratuitamente le offerte dei diversi istituti bancari in base ai parametri di ricerca inseriti.


Conti deposito: cosa sono e come funzionano ultima modifica: 2017-11-02T18:38:57+00:00 da Redazione