News Fatti e protagonisti

“Nessuna alleanza col PD, solo collaborazione”: Pisciotta spalleggia Simona Vicari

pisciotta“Condivido quanto asserito dalla senatrice Simona Vicari in merito all’esperienza di governo di scopo col PD. Sono a favore del fatto che questa collaborazione non si debba trasformare in un’alleanza politica”. Lo afferma in una nota il consigliere comunale del gruppo «Montelepre Obiettivo 2020» Salvatore Pisciotta.

“Quella col Pd è stata una parentesi che si chiude in maniera libera e serena proprio perchè è venuta meno l’essenza stessa delle motivazioni che ci portavano a condividere questa esperienza di Governo. La nostra collocazione naturale è nel centrodestra”.

“E’ vero – aggiunge – sono state portate avanti e condotto in porto numerose iniziative a sostegno della ripresa economica, della crescita, dell’occupazione e della stabilità in genere. Rimarco che durante questi anni è stato salvato il Paese dal baratro della crisi economica e molte riforme sono state condotte a termine proprio per il grande senso di responsabilità portato avanti dalla nostra compagine. Questo era lo scopo, questo era il collante che ci portava a governare provvisoriamente col Pd. Ma bisogna ammettere senza se e senza ma che nulla di tutto ciò è stato sufficiente per l’Italia e per il nostro elettorato in particolare, così come il risultato acquisito alle recenti elezioni regionali siciliane ha ampiamente sancito.

Abbiamo governato 4 anni con il Pd – conclude – per necessità istituzionale, come ha fatto la Merkel per 5 anni con la SPD. Ma la nostra identità era e rimane moderata, popolare, liberale. Ora ci presenteremo alle elezioni in alternativa al Pd e a M5S. Costruiremo una componente centrista ancorata al Ppe”.

 


“Nessuna alleanza col PD, solo collaborazione”: Pisciotta spalleggia Simona Vicari ultima modifica: 2017-12-12T18:30:58+00:00 da Redazione

1 commento

  1. Rodrigo Borgo

    Come non condividere dal primo all’ultimo rigo il commento del sig. Brignoli sul premio assegnato al Comune di Montelepre in quel di Bergamo.,(Teleoccidente) come una mente pensante possa non percepire l’ oblio che si vuole artatamente inculcare ai cittadini per nascondere due anni di amministrazione fatta di immobilismo e approssimazione.Un premio dato da una associazione di comuni a cui si accede previa iscrizione (500 euro per il comune di Montelepre) e risultato primo su 200 elaborati presentati ma ricordiamo che i comuni italiani sono oltre 8 mila se poi tutto questo può scatenare l’entusiasmo della casta e festeggiare con i propri adepti… contenti Loro. Di cittadini comuni a festeggiare non se ne sono visti se poi a sentir dire che questo premio serve a rivalutare la nomea del mio paese che ben venga, a me sembra una operazione di mercato che questa amministrazione fin dall’inizio ha perseguito.Non so se il cittadino comune dopo due anni di amministrazione Crisci pensi di vivere in un paese della bassa Bergamasca o a Montelepre; non so se il comune cittadino pensi che il piano traffico partorito dopo mille sforzi con la collaborazione della minoranza abbia risolto il veicolare caotico,il posteggio selvaggio,la qualità dell’aria,la sicurezza dei pedoni, la restituzione del centro storico ai cittadini,il benessere dei commercianti e il decoro urbano. Il fiore all’occhiello della raccolta differenziata E’ opera del Commisario straordinario Dott. Portelli alla Commissione i giusti Meriti.Si dice di aver investito in cultura se il risultato è quello dei murales obbriobosi nei muri perimetrali della scuola per piacere Cancellateli i bambini ogni giorno si domandano cosa rappresentano quei segni e senza ricevere una risposta percorrono in un via vai di macchine e motori il pericoloso tragitto dell’ingresso e dell uscita di scuola.La circonvallazione sembra un valico di frontiera in un groviglio di camion,macchine, motori e pedoni che cercano di guadagnare qualche metro in una gara ad alto rischio.Per la qualità dell’aria chiedetelo ai cittadini che abitano a valle vi sapranno rispondere a dovere e a decifrare l’olfatto.E cosi mi viene alla memoria una manifestazione organizzata dagli attuali amministratori che rievocavano i tanti morti di cancro del nostro territorio e chiedevano verità e giustizia. Sui numeri in politica evocati in Consiglio Comunale dico che i numeri sono necessari ma i freddi numeri della politica sono l’antitesi della passione politica che arde a chi la esercita in maniera Nobile
    Buon Presepe a Tutti.