Rubriche

Sicilia e mutui, spazio all’ottimismo

La ripresa del settore finanziario, trainata dai bassi tassi di interessi mantenuti ai minimi dalla politica monetaria della Bce e dalle misure attivate sul fronte della liquidità, è dovuta però in gran parte dalla ripresa delle erogazioni dei mutui, soprattutto per quanto riguarda quelli destinati all’acquisto dell’abitazione principale. Come detto, ciò ha prodotto numerosi effetti positivi, che sono concentrati in modo particolare in alcune Regioni, e tra queste spicca proprio la Sicilia.

Secondo l’analisi condotta da Tecnocasa, il volume di mutui erogati in Sicilia, riferendosi ovviamente alla propria rete di vendita e società finanziarie collegate, è stato di quasi 280 milioni nel secondo trimestre di quest’anno, con un’incidenza sul dato nazionale pari al 4,4% circa. Se rispetto alle altre Regioni la Sicilia guadagna la nona posizione, per mutui erogati, guardando ai risultati ottenuti nello stesso periodo dell’anno precedente, emerge una crescita di circa il 20%.

Non tutte le province hanno contribuito in modo positivo, in quando Enna segna una contrazione par a quasi l’8%, mentre per Palermo il dato è positivo, con una crescita dei mutui erogati di quasi il 31%, ponendosi così come terza provincia, dietro a Ragusa (che ha ottenuto un circa +60%) e Siracusa (con circa il 57,5%). Secondo i dati dell’andamento delle compravendite emerge che a Palermo il mercato è tornato in positivo, ma con una percentuale pari a quasi il 2%.

Come poter quindi conciliare due dati così differenti? La risposta più semplice è rappresentata dalla scelta di rottamare i mutui già in essere (con una forte crescita dei mutui di surroga a tasso fisso), e di sostituire le cessioni del quinto (le cui caratteristiche sono evidenziate su http://www.spaziomutui.com/cessione-quinto.htm), accese per sostenere molte spese di ristrutturazione, con i mutui specifici, così da sfruttarne anche la detrazione fiscale.

Quindi un forte impatto sui prezzi sembra ancora essere un’ipotesi lontana? Per alcune realtà è così, e non a caso Palermo ha conosciuto una nuova flessione del costo medio delle case, con un prezzo al metro quadrato pari a 1.687 euro, mentre a Montelepre, nello stesso mese è stata registrata una variazione positiva (con un prezzo medio al metro quadro pari a 910 euro) ma con un andamento ancora eccessivamente volatile per poter parlare di ripresa consolidata.

Sicilia e mutui, spazio all’ottimismo ultima modifica: 2014-11-12T09:17:24+01:00 da Redazione
Altri contenuti riguardanti: