News Fatti e protagonisti

Cittadinanza onoraria al patron del Bologna Calcio, Joey Saputo

saputo“Dedico questo riconoscimento a mio papà che 64 anni fa ha lasciato questo paese e che, nonostante il passare degli anni e i successi ottenuti, non ha mai dimenticato”.

Lo ha detto Joey Saputo questa mattina in occasione del conferimento della cittadinanza onoraria di Montelepre, deliberata dal consiglio comunale su proposta della giunta. Maggioranza e minoranza sono stati concordi sulla scelta di annoverare fra i concittadini il presidente del Bologna Calcio e figlio del miliardario italo-canadese, Lino Saputo.

DSC_0350“Non potete immaginare quante volte abbiamo ascoltato i racconti di papà che faceva con gli occhi lucidi – ha aggiunto Joey – e quante volte noi li abbiamo raccontati ai nostri figli. Un grazie a mio padre per averci fatto mantenere sempre il senso di appartenenza a questa terra”.

Un riconoscimento è stato attribuito anche a Lino Saputo, a capo di una multinazionale composta da 52 aziende sparse nel mondo con un fatturato di 11 milioni di dollari l’anno e 15 mila dipendenti.

saputo“Ho iniziato nel 1954 con 500 dollari e una bicicletta – ha detto Lino Saputo con la voce spezzata dall’emozione e gli occhi lucidi – facendo quello che mio padre sapeva fare, i formaggi. Lui non ci credeva che potessimo arrivare a tanto ma col tempo ha cambiato idea. Mi ha fatto tanto male, poi, sentirmi ingiuriato per il successo ottenuto, ma col tempo e grazie al buon Dio la verità è venuta fuori”.


Cittadinanza onoraria al patron del Bologna Calcio, Joey Saputo ultima modifica: 2016-04-14T13:40:31+00:00 da Corrado Lo Piccolo
Altri contenuti riguardanti: ,