News Fatti e protagonisti

La sfida possibile: Internet per tutto il mondo

mondo-internet-webL’obiettivo che Facebook sta inseguendo con il progetto Internet.org è davvero molto ambizioso. Si tratta di rendere internet low cost e portare la connessione web in tutto il mondo. Certo, aprirebbe le porte a nuove opportunità per l’azienda di Menlo Park ma, stando ad uno studio di PWC commissionato proprio da Facebook, i vantaggi si rifletterebbero sull’economia mondiale. Pensiamo ad esempio a tutte quelle società come ad esempio Amazon, eBay, Zalando, Paddy Power, che potrebbero aprirsi in questi mercati emergenti. I dati sono piuttosto incoraggianti secondo questo studio: permettere l’accesso alle 4,1 miliardi di persone che attualmente sono escluse da internet farebbe in modo di toglierne 500 milioni dallo stato di povertà, con la logica conseguenza di dare una spinta all’economia per 6,7 trilioni di dollari. Una cifra davvero incredibile, per intenderci si tratterebbe di 6,7 miliardi di miliardi di dollari.

Dopo aver snocciolato questi numeri viene spontaneo chiedersi perché alcune zone del mondo sono ancora tagliate fuori dal mondo digitale. Il motivo è presto detto, perché in realtà molti paesi hanno le infrastrutture per il collegamento ma i costi sono ancora troppo elevati. Infatti, ben il 66% della popolazione mondiale per un piano dati da 500 MB dovrebbe spendere più del 5% dello stipendio mensile. Certo, in Cina molte persone non tengono in considerazione questo problema e, il 46% dei cinesi preferisce accedere ad internet nonostante solo il 22% se lo potrebbe permettere, ma stiamo parlando ancora di meno della metà del Paese. Ci sono poi alcune zone, soprattutto dell’Africa, dove il costo è ancora proibitivo e di fatto i loro cittadini sono completamente esclusi. Eppure molti di questi Paesi hanno una rete che raggiunge il 100% della popolazione.

Qual è a questo punto la soluzione? Stando alla ricerca che abbiamo citato prima, la connessione ad internet dovrebbe diminuire di circa il 90% per poter diventare accessibile all’80% della popolazione mondiale, stiamo parlando quindi di una differenza importante. Chissà che non sia proprio Facebook con il progetto Internet.org a portare questa grande innovazione digitale nel mondo, che potrebbe aiutare i Paesi più arretrati a sprigionare il loro potenziale economico. Si tratta sicuramente di una sfida importante, riuscire a portare una connessione stabile ed accessibile in tutto il pianeta sarebbe davvero grandioso, una sfida che in cui Facebook dovrebbe essere il portabandiera ma a cui dovrebbero partecipare tutte le grandi società del settore digitale. Ci vorrà qualche decennio, non lo mettiamo in dubbio, ma a chi non piacciono queste sfide?

La sfida possibile: Internet per tutto il mondo ultima modifica: 2016-05-31T16:51:22+00:00 da Redazione
Altri contenuti riguardanti: ,