News Fatti e protagonisti

Conclusa ieri la 264esima “Festa ru Signuri”

La processione del Santissimo Crocifisso per le vie del centro abitato di Montelepre, l’emozionante “Acchianata ru Signuri” da via Filippo Riccobono e i giochi piro-musicali hanno segnato la fine della settimana di festeggiamenti in onore del Patrono; una settimana passata all’insegna del folklore con il corteo medievale di Monreale e il giro dei tammurinara di Aspra, e riti religiosi.

Anche quest’anno si è rinnovata la tradizione portata avanti  dal lontano 1752 anno in cui il Santissimo divenne patrono di Montelepre  e per la prima volta fu onorato con una gran festa. Il rito processionale al Crocifisso, leggendo la storia che lo avvolge,  si ripete da secoli con modalità di svolgimento e forme espressive rimaste immutate, riuscendo a coinvolgere  non solo tutti i concittadini, ma anche gli abitanti delle zone limitrofe e i molti emigrati che sentono ancora forte il legame con la terra madre.

Ieri sera dietro il simulacro centinaia di fedeli. Oltre ai rappresentanti delle istituzioni politiche, religiose e militari di Montelepre, fra gli altri hanno preso parte anche i neo componenti del Comitato festeggiamenti che ha da poche ore ha rinnovato le proprie cariche interne: il testimone di presidente è passato da Salvatore Conigliaro ad Alessandro Longo.


Conclusa ieri la 264esima “Festa ru Signuri” ultima modifica: 2016-07-04T17:04:17+02:00 da Gloria Migliore
Altri contenuti riguardanti: